Aggiornamento COVID-19: messaggio per i nostri ospiti

Itinerari a Genova

Genova è una città tutta da scoprire, tanto riservata quanto sorprendente non appena la si conosce da vicino.

Cosmopolita per antonomasia, con il porto più esteso d’Italia, è strettamente legata alla sua tradizione di antica Repubblica Marinara, le cui testimonianze sono una presenza costante tra le vie cittadine, specie nel suo celebre centro storico dove si può ancora respirare l’aria medievale delle antiche botteghe artigianali, alcune delle quali sono tuttora in attività.

“Arrivando a Genova vedrai una città imperiosa, coronata da aspre montagne, superba per uomini e per mura, signora del mare”
Francesco Petrarca
“Genova è la città più bella del mondo”
Anton Čechov

Da Palazzo San Giorgio a Palazzo Ducale

Percorso e punti d’interesse

Partendo da Hotel De Ville si possono ammirare sin da subito i porticati di Sottoripa, i più antichi d’Italia (costruiti a partire dal 1100) e patrimonio dell’umanità UNESCO che si sviluppano su una lunghezza totale di 900 metri. Poiché in epoca medievale erano l’approdo e il ricovero delle barche commerciali, non c’è da stupirsi che siano tuttora uno dei cuori pulsanti del commercio genovese, con i suoi bazar e locali etnici in un’atmosfera dalla fragranza speziata.

Procedendo verso levante si trova Palazzo San Giorgio, uno degli edifici storici più importanti e rappresentativi di Genova che risale al XIII Secolo. Particolarmente imponente e scenografico, si distingue per le due facciate in stili diversi: sul lato rivolto al centro storico si presenta nel suo aspetto medievale in mattoni rossi a vista, mentre quello che affaccia sul Porto Antico è una composizione che alterna marmi e imponenti affreschi cinquecenteschi.

Proseguendo verso il cuore della città, a pochi passi da Palazzo San Giorgio, si accede a via San Lorenzo, uno spazioso percorso pedonale che offre una sfilata di ben cinque Palazzi dei Rolli. Salendo lungo la via, il primo ad apparire è Palazzo Centurione-Gavotti, posto al civico n.5, mentre poco dopo, al civico n.8, si trova Palazzo Durazzo-Zoagli. Ad appena pochi passi si può ammirare l’imponente Palazzo Bendinelli-Sauli, al civico n.12, la cui facciata neorinascimentale affaccia direttamente sulla Cattedrale di San Lorenzo. Al civico n.17 si trova invece Palazzo Sinibaldo-Fieschi, facilmente riconoscibile dal rivestimento a fasce bicrome tipiche genovesi. L’ultima dimora del circuito dei Rolli presenti in questa via è Palazzo Orazio e Gio Francesco De Franceschi, al civico n.19, posto di fronte al fianco della Cattedrale.

Passeggiando in questa zona della città è impossibile non fermarsi ad ammirare la maestosa Cattedrale di San Lorenzo, la cui costruzione risale al 1098 per poi essere consacrata da Papa Gelasio II nel 1118. Dall’imponente facciata a fasce bianche e nere, nello stile iconografico nobiliare genovese, ai tre portali gotici, fino ai bassorilievi e gli altorilievi, la Cattedrale racchiude un’infinità di dettagli che gli amanti dell’arte e non solo possono facilmente apprezzare anche visitandone gli interni.

A pochi passi dalla Cattedrale di San Lorenzo si giunge in piazza Matteotti, dove l’occhio viene immediatamente rapito dalla prestigiosa facciata neoclassica di Palazzo Ducale, uno dei principali punti d’interesse storico-culturali della città. Composto dall’aggregazione di diversi edifici medievali, presenta numerose peculiarità: oltre ad avere una pianta irregolare, si distingue per le facciate in stili differenti che variano notevolmente spostandosi da un lato all’altro.

Dall’Acquario a piazza Fontane Marose

Percorso e punti d’interesse

Di fronte all’Hotel De Ville si trova una delle principali attrazioni della città, l’Acquario di Genova, il più grande d’Italia e il primo per specie animali nonché un’affascinante punto d’interesse per grandi e piccini. Da qui si può intraprendere un percorso particolarmente interessante per chi è in visita la prima volta, passeggiando tra i celebri vicoli (chiamati “caruggi”) che permettono di comprendere la vera essenza della città più da vicino.

Raggiungendo i porticati di Sottoripa dall’Acquario, ci si inoltra nel centro storico entrando in via al Ponte Reale: ad appena pochi passi si trova piazza Banchi, il cuore pulsante del florido commercio genovese in epoca medievale, tra mercanti e cambiavalute a ridosso del porto. E’ proprio qui che è stato coniato il termine “bancarotta” diffuso in tutto il mondo, derivante dalla pena per chi proponeva affari disonesti. Una volta accertato l’imbroglio, gli alabardieri procedevano con la rottura del banco su cui venivano annotate le operazioni di cambio, distruggendolo con un colpo di scure pregiudicandone l’utilizzo in futuro (letteralmente banca-rotta).

Sempre in piazza Banchi si può ammirare la Loggia della Mercanzia, uno degli edifici più importanti della città costituito da arcate vetrate e bassorilievi.

Proseguendo in via San Luca, per poi svoltare in vico della Torre di San Luca, si raggiunge piazza di Pellicceria dov’è possibile ammirare Palazzo Spinola di Pellicceria, appartenente al circuito dei Palazzi dei Rolli. Costruito nel 1593, ospita la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola con affreschi, arredi secenteschi e numerose opere d’arte in un’ambientazione barocca genovese.

Da via della Maddalena, che si trova poco oltre Palazzo Spinola, proseguendo in vico del Tempo Buono con una leggera salita, si raggiunge piazza della Meridiana, dove si trova Palazzo Gerolamo Grimaldi, anch’esso appartenente al circuito dei Rolli.

Sulla destra si entra in via Garibaldi, costruita nel 1550 come strada di rappresentanza poiché lungo il suo percorso sorgono i più importanti e affascinanti palazzi nobiliari genovesi. Via Garibaldi è il cuore pulsante del sistema dei Rolli, contando ben 13 edifici nobiliari che si susseguono l’un l’altro.

Partendo dal civico n. 1, si trovano:

  • Palazzo Pallavicini-Cambiaso (civico n.1)
  • Palazzo Pantaleo Spinola (civico n.2)
  • Palazzo Lercari Parodi (civico n.3)
  • Palazzo Carrega-Cataldi (civico n.4)
  • Palazzo Angelo Giovanni Spinola (civico n.5)
  • Palazzo Gio Battista Spinola (civico n.6)
  • Palazzo Podestà (civico n.7)
  • Palazzo Cattaneo-Adorno (civico n.8)
  • Palazzo Doria-Tursi, sede del Comune di Genova (civico n.9)
  • Palazzo Bianco (civico n.11)
  • Palazzo Baldassarre Lomellini (civico n.12)
  • Palazzo Rosso (civico n.18)

Porto Antico

Percorso e punti d’interesse

Grazie alla posizione strategica di Hotel De Ville si può accede immediatamente all’area del Porto Antico, una zona tra le più frequentate della città grazie alle numerose attrazioni.

Oltre all’Acquario di Genova, che essendo il più vasto d’Italia e il primo per specie animali rappresenta una meta d’obbligo, un’altra attrazione da non perdere è la Biosfera. Realizzata dell’architetto genovese Renzo Piano, si tratta di una sfera vetrata che ospita al suo interno una parte di foresta pluviale tropicale con 150 specie di organismi vegetali e animali.

Altro punto d’interesse in questa zona, irresistibile per i turisti ma anche per i locali, è il Bigo: un ascensore panoramico che raggiunge i 40 metri d’altezza offrendo una vista sensazionale sulla città e sul mare.

Spostandosi verso i moli dove sono ormeggiate numerose imbarcazioni, si raggiunge Porta Siberia che, come suggerisce il nome, rappresentava una delle porte d’accesso a Genova in epoca medievale, essendo parte integrante delle mura della città. Oltre al valore storico-culturale, Porta Siberia rappresenta un importante punto d’interesse in quanto ospita il Museo Emanuele Luzzati, dedicato all’illustre artista genovese.

Passeggiando nei dintorni si raggiunge l’area dei Magazzini del Cotone, un’imponente struttura che nell’800 era adibita allo stoccaggio delle merci in transito al porto. Oggi il complesso è stato rimodernato con una forte impronta turistica, offrendo una variegata proposta per la movida tra discoteche, cocktail bar, ristoranti, gelaterie e un cinema multisala.

Non perdere l’occasione di un soggiorno esclusivo
PRENOTA LA TUA CAMERA
BONUS VACANZE
linkedin-square level-down instagram facebook-official